Il canto della terra

In uno scenario musicale contemporaneo dominato da suoni [...] di natura prettamente digitale, l’essenzialità di suoni come quelli dei fischietti d’argilla o delle ocarine riscuotono una nuova ondata d’interesse, venendo apprezzati anche come forma di conciliazione con la terra nel suo rango di materia nobile,opposto speculare della sua denigrazione a fango." (I. Graziani)